Comunicati dell'Ordine

aggiornamento del 24/02/2020

Si prega visionare anche l'allegato inviato questa mattina dalla Regione Lazio!

 

AGGIORNAMENTO 2019-nCoV

Si trasmette l'Aggiornamento delle Indicazioni operative per la gestione e la sorveglianza dei casi sospetti di infezione da nuovo coronavirus (2019 – nCoV).”

Si allegano:

Allegato 1. Istruzioni operative per l’invio di campioni relativi alla diagnosi di infezione da Coronavirus emergenti AGGIORNATE al 10 febbraio 2020;

Allegato 2. Definizione di caso sospetto per la segnalazione (Ministero della Salute Prot. 2302-27-01-2020) Aggiornato con scheda tecnica Spallanzani;

Allegato 3. Scheda per la segnalazione di casi di infezione da virus respiratori  da trasmettere alla alla Reg. Lazio e alla ASL - aggiornato rispetto al precedente (PDF compilabile elettronicamente)

Allegato 4. Procedure operative per la sorveglianza dei contatti e l'isolamento domiciliare fiduciario - criteri di conduzione dell'indagine da parte del medico segnalante e del medico del Servizio di igiene e Sanità Pubblica Dip. Prevenzione - Schede di avviso ai pazienti a contatto;

Allegato 5. Procedure Operative per l'applicazione della Circolare ministeriale 4001/08-02-2020 (gestione studenti di ritorno dalle città a rischio)

Per un inquadramento generale fare riferimento alle trasmissioni precedenti.

1. La trasmissione interumana del Coronavirus, all’interno dell’Unione Europea, è stimata da molto bassa a bassa, se i casi vengono identificati tempestivamente e gestiti in maniera appropriata.

2. La probabilità di osservare casi in soggetti di qualsiasi nazionalità provenienti dalla Provincia Cinese di Hubei è stimata alta, mentre è moderata per le altre province cinesi.

3. Con riguardo, specificatamente, agli operatori di cui all’oggetto, la responsabilità di tutelarli dal rischio biologico è in capo al datore di lavoro.

In particolar modo:

"Le misure devono tener conto della situazione di rischio che, come si evince dalle informazioni sopra riportate, nel caso in esame è attualmente caratterizzata in Italia dall’assenza di circolazione del virus.

Inoltre, come si evince dalla circolare del 31/1/2020 relativa all’identificazione dei casi e dei contatti a rischio, questi ultimi sono solo coloro che hanno avuto contatti ravvicinati e protratti con gli ammalati.

Pertanto, ad esclusione degli operatori sanitari, si ritiene sufficiente adottare le comuni misure preventive della diffusione delle malattie trasmesse per via respiratoria, e in particolare:

  • lavarsi frequentemente le mani;
  • porre attenzione all’igiene delle superfici;
  • evitare i contratti stretti e protratti con persone con sintomi simil influenzali.
  • adottare ogni ulteriore misura di prevenzione dettata dal datore di lavoro.

 

Ove, nel corso dell’attività lavorativa, si venga a contatto con un soggetto che risponde alla definizione di caso sospetto di cui all’all. 1 della circolare Ministero della Salute 27/1/2020 (che aggiorna quella precedente del 22/1/2020) - 2, si provvederà – direttamente o nel rispetto di indicazioni fornite dall’azienda – a contattare i servizi sanitari segnalando che si tratta di caso sospetto per nCoV. Nell’attesa dell’arrivo dei sanitari:

  • evitare contatti ravvicinati con la persona malata;
  • se disponibile, fornirla di una maschera di tipo chirurgico;
  • lavarsi accuratamente le mani. Prestare particolare attenzione alle superfici corporee che sono venute eventualmente in contatto con i fluidi (secrezioni respiratorie, urine, feci) del malato;
  • far eliminare in sacchetto impermeabile, direttamente dal paziente, i fazzoletti di carta utilizzati. Il sacchetto sarà smaltito in uno con i materiali infetti prodottisi durante le attività sanitarie del personale di soccorso.".                  a cura del Ministero della Salute.

AGGIORNAMENTO 2019-nCoV

Si trasmette la nota  Prot. 80709 del 29-01-2020 “Aggiornamento Indicazioni operative per la gestione e la sorveglianza dei casi sospetti di infezione da nuovo coronavirus (2019 – nCoV).”

 

Si allegano:

Allegato 1. Istruzioni operative per l’invio di campioni relativi alla diagnosi di infezione da Coronavirus emergenti.

Allegato 2. Definizione di caso per la segnalazione (Ministero della Salute Prot. 2302-27-01-2020) – aggiornato rispetto al precedente

Allegato 3. Scheda per la segnalazione di casi di infezione da virus respiratori  - aggiornato rispetto al precedente (PDF compilabile)

Si trasmette inoltre la nuova circolare del Ministero della Salute n.2302 con 2 allegati.

 

Si raccomanda la massima diffusione a tutte le strutture interessate.

Allegati:
Scarica questo file (Allegato 1_Istruzioni invio campioni(2).pdf)Allegato 1_Istruzioni invio campioni(2).pdf[invio campioni coronavirus - aggiornato al 29 gennaio 2020]385 kB
Scarica questo file (Allegato 2_ Definizione di caso ai fini della segnalazione..pdf)Allegato 2_ Definizione di caso ai fini della segnalazione..pdf[ai fini della segnalazione classificare il caso coronavirus - aggiornato al 29 gennaio 2020]141 kB
Scarica questo file (Allegato 3_Scheda segnalazione PDF compilabile.pdf)Allegato 3_Scheda segnalazione PDF compilabile.pdf[scheda segnalazione coronavirus - aggiornato al 29 gennaio 2020]1683 kB
Scarica questo file (Min.Sal_n.2302_Agg.Circ. nCoV in Cina 27 01 2020_Allegati.pdf)Min.Sal_n.2302_Agg.Circ. nCoV in Cina 27 01 2020_Allegati.pdf[aggiornamento coronavirus Ministero Salute 29 gennaio 2020]1372 kB
Scarica questo file (Prot.0080709_Aggiornamento Indicazioni CORONAVIS_Regione Lazio.pdf)Prot.0080709_Aggiornamento Indicazioni CORONAVIS_Regione Lazio.pdf[aggiornamento coronavirus Regione Lazio 29 gennaio 2020]3107 kB

Si trasmette la nota  Prot. 69913 e numero 3 allegati relativi alle “Indicazioni operative per la gestione e la sorveglianza dei casi sospetti di infezione da nuovo coronavirus (2019 – nCoV)".

Raccomandata la massima diffusione a tutte le strutture interessate.

Il 9 gennaio 2020, il CDC cinese ha riferito che è stato identificato un nuovo coronavirus (2019-nCoV) come agente causale della morte di 26 persone nella capitale della provincia di Hubei, Wuhan, la più popolosa città della Cina Centrale. Del virus è stata resa pubblica la sequenza genomica. Il nuovo coronavirus è strettamente correlato a quello della sindrome respiratoria acuta grave (SARS).

I sintomi più comuni consistono in febbre, tosse secca, mal di gola, difficoltà respiratorie: gli esami radiologici del torace evidenziano lesioni infiltrative bilaterali diffuse. Le informazioni attualmente disponibili suggeriscono che il virus possa causare sia una forma lieve, simil-influenzale, che una forma più grave di malattia. Una forma inizialmente lieve può progredire in una forma grave, soprattutto in persone con condizioni cliniche croniche pre-esistenti, quali ipertensione e altri problemi cardiovascolari, diabete, patologie epatiche e altre patologie respiratorie; anche le persone anziane potrebbero essere più suscettibili alle forme gravi.

I casi sospetti di nCoV vanno visitati in un’area separata dagli altri pazienti e ospedalizzati in isolamento in un reparto di malattie infettive, possibilmente in una stanza singola,facendo loro indossare unamascherina chirurgica, se riescono a tollerarla.Il numero di operatori sanitari, di familiari e di visitatori ad un casosospetto deve essere ridotto, e deve essere registrato. Il personale sanitario che accudisce tali casi dovrebbe, ove possibile, essere dedicato esclusivamente a questi pazienti per ridurre il rischio di trasmissione.

L’Italia (aeroporto di Roma Fiumicino) ha tre voli diretti con Wuhan, e numerosi voli non diretti, il cui traffico di passeggeri dovrebbe aumentare in occasione del capodanno cinese. Come previsto dal Regolamento Sanitario Internazionale (2005) (RSI), presso l’aeroporto di Fiumicino è in vigore una procedura sanitaria,gestita dall’USMAF SASN, per verificare l’eventuale presenza a bordo degli aeromobili provenienti da Wuhandi casi sospetti sintomatici ed il loro eventuale trasferimento in bio-contenimento all’Istituto Nazionale Malattie Infettive L. Spallanzani di Roma. Il 20 gennaio 2020 è stata rafforzata la sorveglianza dei passeggeridei voli diretti da Wuhan (e di ogni altro volo con segnalati casi sospetti di 2019 nCoV) che dovranno transitare nel canale sanitario, attivando gli scanner termometrici. I casi eventualmente positivi saranno sottoposti agli ulteriori controlli del caso ed eventualmente a isolamento, con attivazione della sorveglianza per gli altri passeggeri a rischio.

FROSINONE, 30/11/2019

è convocata l'assemblea degli iscritti per venerdì 20 dicembre 2019 (seconda convocazione),

si prega di scaricare la convocazione allegata, comprensiva di delega.

ORDINE PROVINCIALE DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI DI FROSINONE

PROT. N. 3070                                                FROSINONE, 30/11/2019

                                ASSEMBLEA STRAORDINARIA

ALBO DEI MEDICI CHIRURGHI ED ALBO DEGLI ODONTOIATRI

           

La S.V., ai sensi degli artt. 23 e 24 del DPR 5/04/1950 N.221, è convocata all’Assemblea degli iscritti all’Albo dei Medici Chirurghi ed all’Albo degli Odontoiatri, che avrà luogo presso la sede dell’Ordine, in FROSINONE – VIA FOSSE ARDEATINE N.101, in prima convocazione il 19 dicembre 2019, alle ore 23,00, in

SECONDA CONVOCAZIONE VENERDÌ 20 DICEMBRE 2019, ALLE ORE 19,00.

ORDINE DEL GIORNO:

  1. Approvazione del Bilancio di Previsione 2020;
  2. Approvazione tassa di iscrizione annuale;
  3. Varie.

      I bilanci sono a disposizione degli iscritti, per la consultazione, presso la segreteria dell’Ordine.

     Si ricorda che in caso di impedimento a partecipare direttamente all’Assemblea, è ammessa delega che deve essere apposta in calce al presente avviso di convocazione.  

     Nessun iscritto, ai sensi di legge, può essere investito di più di due deleghe.

                        Cordiali Saluti.

                                                        IL PRESIDENTE

                                                      Dr. Fabrizio Cristofari

…………………………………………………………………………………………………………

D  E  L  E  G  A

Io sottoscritto Dr./Dott.ssa_________________________________________________

delego

il Dr./Dott.ssa____________________________________________________________

a rappresentarmi, ad ogni effetto di legge, in seno all’Assemblea, convocata per il giorno            

19 DICEMBRE 2019, in prima convocazione, e per VENERDÌ 20 DICEMBRE 2019 IN SECONDA CONVOCAZIONE.

_________________________________         __________________________________

                 luogo e data                                                   firma

 

 

Allegati:
Scarica questo file (CONV. ASSEMBLEA 2020 OMCeO FR.pdf)CONV. ASSEMBLEA 2020 OMCeO FR.pdf[CONVOCAZIONE]179 kB

“L’Istituto Fisioterapico di Riabilitazione “Clara Franceschini” di Sabaudia, accreditato con il SSN, cerca medici specializzati e non.

Gli interessati potranno inviare i propri curriculum vitae al seguente indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Riferimento telefonico: Centralino 0773.5941”.

Venerdì 25 ottobre, alle ore 18,15, presso la sede dell'Ordine dei Medici di Frosinone, si terrà il consueto incontro in materia ambientale.

Alla riunione sono invitati tutti gli iscritti interessati all'argomento ed i componenti la commissione ambiente, per fare il punto sulla situazione nella provincia di Frosinone e nel territorio del basso Lazio e per studiare delle strategie di contenimento dei fenomeni inquinanti.

L'AVIS di Frosinone, chiede di voler contribuire al sostegno economico dell'associazione con il

contributo del Tuo cinque per mille (5x1000),

necessario per supplire ai costi di esercizio della sede Avis di Viale Giuseppe Mazzini 70, a Frosinone.

Nella sede sociale si realizzano attività socialmente rilevanti - no profit, in assoluto regime di "Volontariato", inerenti la "RACCOLTA SANGUE", la "DONAZIONE di ORGANI" ed i "PROGETTI RISOCIALIZZANTI", previo applicazione di specifici "Protocolli di Intesa" con la ASL di Frosinone e il distaccamento "UEPE" (Ufficio "Esecuzioni Penali Esterne" del Tribunale di Frosinone)!

Sarà sufficiente apporre la Tua firma ed il C.F. del beneficiario (92001460606) nel primo riquadro denominato

"SOSTEGNO DEL VOLONTARIATO E DELLE ALTRE ORGANIZZAZIONI NON LUCRATIVE DI UTILITA' SOCIALE E DELLE ASSOCIAZIONI E FONDAZIONI RICONOSCIUTE CHE OPERANO NEI SETTORI DI CUI ALL'ART- 10, C. 1, LETT A) DEL D.LGS. N.460 DEL 1997"

http://www.avisfrosinone.it/5x1000.html link nel sito di Avis comunale

Nel ringraziare per l'attenzione alla ns. causa sociale

salutiamo cordialmente i coterranei!

IL CONSIGLIO DIRETTIVO

Filomena Ceccarelli "Presidente AVIS comunale Frosinone"

- V.le Giuseppe Mazzini, 70 - 03100 Frosinone
- sede AVIS tel/fax - 0775873524 - 3423891729
- e_mail: AVIS - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- sito internet - www.avisfrosinone.it

- https://www.facebook.com/avisfrosinone

- https://twitter.com/AvisComunaleFr

Allegati:
Scarica questo file (5x1000_locandina2(1).JPG)5x1000_locandina2(1).JPG[5x1000 2019]255 kB

Frosinone, 12 marzo 2019

Al Direttore Generale

Al Direttore Sanitario

 

Oggetto: Competenza territoriale in materia di iscrizione e mantenimento dell’iscrizione presso gli Albi dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri.

Egregio Direttore, con la presente sono a richiedere la Sua collaborazione, allo scopo di accertare che, al momento, non si registrino situazioni, contra lege, tra il personale attualmente in servizio presso l’Azienda USL di Frosinone.Nello specifico, come a Lei noto, il Legislatore ha stabilito che i Sanitari debbano essere iscritti presso l’Albo professionale tenuto dal Consiglio Provincialeterritorialmente competente. I criteri per l’individuazione del Consiglio competente, così come ribadito dall’art. 16 della Legge 21 dicembre 1999, n. 526, sono quelli del domicilio professionale e, in alternativa, della residenza, con riferimento sia all’iscrizione che almantenimento della stessa negli Albi. In tal senso tutti i colleghi che abbiano la propria residenza nella Provincia dovranno spostare la propria iscrizione presso il Consiglio che mi pregio di presiedere.Inoltre, poiché il domicilio professionale, a norma dell’art. 43, primo comma, codice civile, s’identifica con la sede principaledegli affari ed interessi del professionista, cioè con il luogo in cui egli esercita in modo stabile e continuativo la propria attività, è evidente che, nel caso di dipendenti dell’Azienda USL, esso vada identificato con la Provincia di Frosinone, facendo così sorgere il medesimo obbligo al trasferimento dell’iscrizione. E’ di tutta evidenza che il mancato rispetto delle normative citate, soprattutto con riferimentoai Colleghi che si trovino a ricoprire posizioni dirigenziali, porti al sostanziale svuotamento delle potestà di controllo e tutela della professione da parte dell’Ordine, oltre che un danno economico sia a carico dell’Ente che degli iscritti.Tutto ciò premesso, sono a pregarLa di voler accertare che tali adempimenti siano rispettati da tutti i dipendenti dell’Azienda USL di Frosinone.

Distinti saluti.                                                                                

f.to

IL PRESIDENTE

Dr. Fabrizio Cristofari

Allegati:
Scarica questo file (Competenza territoriale in materia di iscrizione-prot 912.pdf)Competenza territoriale in materia di iscrizione-prot 912.pdf[lettera dell\'Ordine di Frosinone al Direttore Generale della Asl di Frosinone]156 kB

Sabato 22 Dicembre alle 9 e 30

Salone Amministrazione Provinciale di Frosinone

Presentazione del libro

Buona sera mister Park

di Raoul Parlanti

I proventi delle vendite saranno devoluti a sostegno della ricerca scientifica nel campo delle malattie neurovegetative, in costante aumento nel nostro territorio a causa dell' invecchiamento della popolazione e dell' inquinamento ambientale.

Tema del libro è l'impatto con una diagnosi medica severa che impone la riprogrammazione della propria vita a partire da un bilancio della vita passata e dalla riconsiderazione dei valori importanti che, nella nuova situazione, vengono rivalutati in una luce nuova. Il libro è ricco di flash-back che si sviluppano come storie di volta in volta allegre o avventurose o commoventi, che si possono leggere come singoli episodi ma sono in realtà coordinati tra loro in una trama imposta dagli avvenimenti quotidiani e dai limiti legati alla nuova condizione di vita.