Note informative dell'AIFA in merito all'uso e alla restizione del dosaggio di alcuni principi attivi.

XELJANZ (tofacitinib): L'EMA (Ag. Europea dei Medicinali) sta effettuando uno studio sul rischio/beneficio dell'uso del suddetto farmaco, a seguito dello studio clinico A3921133, che sta mostrando un aumento del rischio di embolia polmonare alla dose di 10 mg 2 volte al giorno.

Pertando si rileva che tali dosaggi sono contoindicati in pazienti che si trovino nelle seguenti condizioni:

uso di contraccettivi orali combinati o terapia ormonale sostitutiva

scompenso cardiaco,

tromboembolia venosa o embolia polmonare,

disturbo ereditario della coagulazione,

neoplasia,

pazienti sottoposti ad intervento chirurgico maggiore.

Fattori di rischio aggiuntivi: età, obesità, essere fumatore, immobilizzazione.

In qualsiasi caso i pazienti trattati con tocitinib devono essere monitorati per la possibile individuazione di segni o sintomi si embolia.

 

ANTIBIOTICI CHINOLONICI O FLUOROCHINOLONICI: sono stati rivalutati tutti i benefici dell'uso dei suddetti farmaci nel Territorio UE, a seguito della segnalazione di reazioni avverse invalidanti , di lunga durata e potenzialmente permanenti, a carico del sistema muscoloscheletrico e nervoso, in via principale.

Si raccomanda di non prescriverli per il trattamento di tali patologie:
infezioni non gravi quali tonsilliti, faringiti, bronchite acuta, bronchite cronica e broncopneumopatia cronica ostruttiva, rinosinusite batterica acuta, rinosinusite, otite media acuta;

prevenzione della diarrea del viaggiatore o delle infezioni ricorrenti delle vie urinarie inferiori;

infezioni non batteriche.

In particolare tali farmaci vanno prescritti con particolare pridenza negli anziani, nei pazienti con compromissione renale, nei pazienti sottoposti a trapianto di organo solido, ai pazienti già trattati con corticosteroidi, per l'elevato rischio di tendinite o rottura del tendine

I pazienti vanno informati di dover sospendere il farmaco ai primi segni di tendinite, dolore del muscolo, debolezza muscolare, dolore articolare, gonfiore articolare, neuropatia periferica o altri effeti a carico del sistema nervoso centrale.

Allegati:
Scarica questo file (036.pdf)036.pdf[sul XELJANZ (tofacitinib)]715 kB
Scarica questo file (039.pdf)039.pdf[sui Chinolonici]702 kB