LA CURA DELLE CRONICITA' DEVE PROSEGUIRE NONOSTANTE IL COVID

Il paziente fragile con dolore, rischio cardio e cerebrovascolare nei suoi vari livelli, il diabete, le malattie
respiratorie ed altre condizioni di cronicità, costituiscono la stragrande maggioranza dell’impegno professionale che il medico di medicina generale deve produrre per una buona pratica clinica ed un governo della medicina del territorio appropriato e sostenibile nonostante la diffusione del coronavirus COVID-19.    
CLICCA QUI